Archivio

Archivio per la categoria ‘Libri’

Sinopsi e Nota di “Sogni d’acqua” – Edoardo Rebulla

23 dicembre 2006 Nessun commento

Eduardo Rebulla – Sogni d’acqua – Sellerio editore Palermo,1999

 

“Anziché spostare qualcosa dall’ombra alla penombra cercando di fare luce in un mistero, il meccanismo qui offerto procede in direzione opposta: togliere luce e rendere misteriosa una vicenda apparentemente scontata. Dalla piena luce alla penombra” La vicenda apparentemente scontata cui Rebulla fa riferimento è il disastro aereo di Montagna Longa, dove il 5 maggio 1972 un volo diretto a Palermo si schiantò, provocando la morte di 115 persone – una tragedia che, almeno cronologicamente, aprì per Palermo un’epoca luttuosa di misteri e di veleni. Intorno a questo nucleo (l’ipotesi che a Montagna Longa non sia accaduto un incidente, ma il primo episodio di una stagione di violenza organizzata), si intreccia la storia di cinque personaggi il cui destino è unito dall’aver ciascuno perduto nel disastro “qualcuno che in realtà aveva già perso”. Una trama di circostanze li seduce e la loro, più che un’indagine, si profila come una resa al gioco delle premonizioni e delle coincidenze, sotto la regia di un enigmatico personaggio. E dalla resa – al pessimismo, al simbolismo di una vicenda di marchio inevitabilmente indecifrabile della realtà – più che una verità, e assai di più di un’inchiesta, emerge una rappresentazione della lunga agonia della città che Sciascia definì “irredimibile”.

Prosegui la lettura…

Categorie:Libri Tag:

Giovanni Spampinato [Tratto da “Gli Insabbiati” di Luciano Mirone] 1° Parte

21 dicembre 2006 1 commento

La testa di Giuseppe Spampinato ha pochi capelli bianchi ed è accarezzata da un tiepido raggio di sole; le sue mani “disegnano” nell’aria espressioni e gesti ripetuti chissà quante volte. E’ un uomo mite e di bassa statura, tutto d’un pezzo, sorretto da un filo di voce attraverso il quale ti parla delle lotte contadine e antifasciste fatte a San Michele di Ganzaria, suo paese natio in provincia di Catania, e della valorosa resistenza in Dalmazia condotta come maggiore dei partigiani: “nella mia vita ho visto di tutto, guerre, torture, uccisioni, ma la morte di Giovanni è come se mi avesse strappato il cuore. Dopo il suo assassinio sono entrato in coma. Poi lentamente, grazie anche a mia moglie, ho ripreso a vivere. Ma la vita, da quel giorno, non è stata più la stessa” Prosegui la lettura…

Categorie:Libri Tag:

Giovanni Spampinato [Tratto da “Gli Insabbiati” di Luciano Mirone] 2° parte

19 dicembre 2006 Nessun commento

Dunque, poche ore prima del delitto, il presidente del tribunale e la moglie vengono visti in compagnia dell’ingegnere Tumino per imprecisati motivi. Una circostanza alquanto singolare. A che titolo si trovano insieme? Si tratta di un incontro occasionale o di un’amicizia che dura da tempo? Qual è il ruolo svolto dal figlio Roberto nell’ambito di questo rapporto? Tutto viene sotterrato dal silenzio. Sull’omicidio di contrada “Ciarberi” continua a indagare il tribunale di Ragusa, il cui presidente è coinvolto nell’inchiesta. Prosegui la lettura…

Categorie:Libri Tag:

La strage di stato – controinchiesta

9 dicembre 2006 Nessun commento

LA STRAGE DI STATO 

Controinchiesta

 

 

NOTA DEGLI AUTORI

I CAPITOLO

Le bombe del 12 dicembre

 

II CAPITOLO

Gli anarchici

III CAPITOLO

I fascisti

IV CAPITOLO

Controinchiesta

V CAPITOLO

La strategia della tensione

POSTFAZIONE

APPENDICI

1) lettera dì Pietro Vaipreda dai carcere
2) note alla lettera di Vaipreda
3) il taccuino di Mario Merlino 
4) testo integrale dei dossier segreto greco per l'Italia 

 

da Strano.net/stragi 

 

Prosegui la lettura…

Categorie:Libri Tag: