Archivio

Archivio per la categoria ‘Introduzione’

Una specie di introduzione: Montagna Longa, una storia siciliana.

23 dicembre 2006 2 commenti

Voglio raccontarvi una storia. Difficile. Che disorienta. Che ad entrarci dentro fa venir voglia di riemergere a riprendere fiato. Cupa. Dolorosa. Siciliana. Di uomini. Di donne. Siamo in Sicilia, appunto. A Palermo, ed è il 5 maggio del 1972. Un aereo esplode e cade su Montagna Longa. Nessun sopravvissuto. Prosegui la lettura…

Categorie:Introduzione Tag:

Su Montagna Longa nessun “progetto politico”

16 maggio 2006 Nessun commento

Siamo venuti a conoscenza di fantomatici e deliranti progetti politici** che avrebbero come punto di partenza proprio la vicenda di Montagna Longa. Noi prendiamo le distanze da tutto ciò. Gli amici e parenti delle vittime che da tempo si occupano della faccenda di Montagna Longa non hanno mai avuto ne' mai avranno intenzione di costruire un progetto politico. Anzi è preoccupante che qualcuno si arroghi il diritto di immaginare un "progetto politico" in rappresentanza di vittime che non hanno possibilità di parola o di parenti che mai sono stati e su questo si sentiranno coinvolti. Ogni sforzo fatto è teso a restituire memoria, a documentare ed eventualmente a rintracciare elementi che possano essere utili alla riapertura dell'inchiesta. Nulla di più. 

David Bologna
Giuseppe e Antonio Cavataio
Maria Eleonora Fais
Pietro Fasu
Emanuela e Ginevra Genuardi
Nuccia Bosio Genuardi
Emanuele e Ferdinando Guccione
Mirna Ricci
Adriana e Daniela Scaccianoce

Ilde Scaglione

***

** L'annuncio di tali progetti è accompagnato da una campagna denigratoria e da pesanti illazioni a detrazione di alcuni parenti delle vittime. Campagna denigratoria che ha solo l'effetto di gettare altra nebbia su una vicenda della quale già non si è parlato per troppo tempo. E' possibile che rendere pubblico il materiale che è stato prodotto o scovato nel corso di tanti anni di ricerche possa scatenare questo delirio? E cos'e' tutto ciò – la concentrazione di bugie e illazioni – se non il tentativo di seppellire sotto una montagna di insulsi deliri e presunte verità "ufficiali" i dati e le informazioni che faticosamente da 35 anni tentano di trovare il giusto posto tra le pagine della storia? Ci sarebbe da non credere alla buona fede di talune persone perchè depistare è un'arte seria. Abbiamo imparato a conoscerla nel tempo perchè l'abbiamo subìta. Si fa con calma. Giocando sui paradossi. Ma qui non crediamo ai complotti. Non ci piace costruire teoremi. Perciò immaginiamo solo che in giro ci sia tanta gente che se si concentrasse sul cabaret renderebbe un gran servizio all'umanità. Ma già così  in ogni caso riesce a dire e fare cose che fanno sbellicare dalle risate. Ci mancavano proprio le creature il cui cammino è illuminato da chissà quale divinità che decidono di investire la loro passione da autentic* crociat* sulla vicenda di Montagna Longa. Ma anche in preda alle visioni mistiche non si può diffamare la gente. Preciso dunque a chi sostiene che la Signora Fais era il 5 maggio afflitta in contemplazione della croce di Montagna Longa che la signora proprio non c'era. Ogni cosa detta e divulgata circa presunte commozioni alla vista della signora sulla montagna è una delirante bugia. Ma a differenza di chi tenta di ritagliarsi una fetta di "paradiso" d'hoc terreno e chi fabbrica mistificazioni, qui si documentano dati. Per tutto il resto davvero non abbiamo tempo. Buon divertimento a tutt*, dunque. Noi, invece continuiamo a lavorare! [e.p.]

Leggi —>>> QUI <<<— tutta la documentazione del sito 

Categorie:Introduzione Tag: