Home > Documenti > Le inchieste sui fascisti in Sicilia di Giovanni Spampinato

Le inchieste sui fascisti in Sicilia di Giovanni Spampinato

10 dicembre 2006

 

 

19 febbraio 2002

E' ora che Ragusa parli

Il giornalista de "L'Ora" e "L'Unità" Giovanni Spampinato, ventiduenne, è stato ucciso a Ragusa il 27 ottobre 1972 perché stava portando alla luce un rilevante intreccio di affari, trame neofasciste e malavita. Moralmente complice, una certa città ufficiale che, restia a riconoscere i propri mali e a lasciarsi giudicare, prima ha isolato il cronista, poi ha fatto scudo attorno al delitto, coprendone in fondo i committenti, infine ha rimosso tutto. L'esito è degno della Sicilia più buia: i mandanti, gli stessi che pochi mesi prima avevano assassinato l'ingegnere Angelo Tumino, congliere comunale del Msi, sono ancora impuniti. A pagare con diversi anni di carcere è stato infatti solo l'esecutore materiale, il figlio del presidente del tribunale di Ragusa, Roberto Campria, che il giornalista, sulla scorta di numerosi indizi, indicava come il possibile esecutore del delitto Tumino.

Del resto, il silenzio ostinato del Campria, quando ha largamente chiuso il conto con la giustizia italiana, dà conferma di una trama che persiste e in particolare delle pressioni cui continua a essere soggetto, a opera dei mandanti.

Ciò considerato, è importante che il caso ragusano ritorni all'evidenza, malgrado la distanza dai fatti e il nulla venuto dalle istanze giudiziarie, iblea e catanese, nelle quali i familiari di Giovanni, i colleghi de "L'Unità" e de "L'Ora" e gli amici avevano creduto.

Oggi come ieri, Ragusa reca nei confronti del giornalista un debito morale che, seppur tardivamente, va saldato. Occorre che la città faccia i conti con una delle sue vicende più oscure, e "Accade in Sicilia" farà il possibile perché, di là dalle mere celebrazioni, tale atto di civiltà venga compiuto fino in fondo.

A partire da queste pagine, invitiamo allora i ragusani a esprimersi: facendo pervenire testimonianze, documenti, opinioni. Di tutto si darà conto nei modi dovuti.

 

Inchieste di Giovanni Spampinato

I fascisti in Sicilia. Untorelli o criminali?

Squadrismo in Sicilia: il partito della malavita

Lo strano signore Mephalopoulos

Squadrismo in Sicilia. Siracusa: a un passo dai colonnelli

Cosa c'è dietro le bombe nel Siracusano

Gli articoli sul delitto Tumino (febbraio – luglio 1972)

 

Inchieste e cronache sul delitto Spampinato

Mario Genco: C'è una "trama nera" dietro il delitto di Ragusa

Mario Genco: Campria costretto a coprire qualcuno?

Mario Genco: L'uccisione di Giovanni Spampinato. Si sentiva in pericolo

Franco Nicastro: Campria coinvolge nello scandalo anche i magistrati di Ragusa

Giorgio Frasca Polara: Erano in molti a temere i servizi di Spampinato

Carlo Ruta: Il delitto Spampinato oggi

 

da Leinchieste.com 

Categorie:Documenti Tag:
I commenti sono chiusi.